Ristoratore, quando ti menano sui social e resti a guardare

Un paio di mesi fa, vedo su Facebook questo post di un amico.

Il titolo è “STORIA DI COME PERDERE 1 CLIENTE DA 5000€/ANNO“.

La storia sembra interessante.

Luigi scrive parole molto pesanti contro una nota catena di ristoranti e la cosa mi incuriosisce.

Salvo il post e attivo le notifiche aspettando la pronta replica da parte della catena.

Passano le ore..

Passano i giorni…

Zero! Nessuna replica..

Nel frattempo iniziano ad accumularsi i commenti degli amici di Luigi: chi rimane allibito da quanto scrive.. chi si unisce alle critiche.. chi suggerisce come muoversi..
Giusto per fare i conti della serva: 33 “mi piace” e una 20ina di commenti.

Senza considerare quelli che hanno visto il post ma non interagito, direi che almeno un centinaio di persone sono venuti a conoscenza di questa situazione.

Ora.. nel caso segnalato il ristorante ce l’ha messa proprio tutta per perdere un cliente da 5.000 euro all’anno, farlo incazzare a tal punto da essere sputtanati pubblicamente e rischiare di beccarsi una visita dei NAS.

Qui siamo proprio ai casi estremi ma vorrei sottolineare il fatto che ad oggi, il post è ancora li e non c’è stata alcuna replica da parte della catena.

Il ristorante è stato taggato nel post quindi chi di competenza ha sicuramente ricevuto una notifica.

Questa è la evidente conseguenza di non dare la giusta importanza al controllo e gestione della reputazione online!

Cosa avrebbero potuto fare?

Se il ristorante avesse risposto, forse non sarebbe riuscito a riconquistare il cliente, ma almeno avrebbe potuto:

1⃣ Cospargersi il capo di cenere e SCUSARSI!

2⃣ Dimostrare (almeno online) un minimo di ATTENZIONE AL CLIENTE.. non solo a lui ma anche a tutte le altre persone che hanno letto e commentato

3⃣ RACCOGLIERE INFORMAZIONI sulla sede della catena in cui sono successi questi episodi e procedere internamente di conseguenza

4⃣ Contattare in privato Luigi per provare almeno a RISOLVERE la situazione in qualche modo

Invece hanno scelto (anche NON fare nulla è una scelta) di lasciare il post in balìa degli eventi.

Pessima scelta!

P.S. giusto per completezza, questa è la sfilza di commenti al post di Luigi:


Scrivi il tuo commento

Articolo precedente
Recensioni negative: come sfruttarle in modo GENIALE e ribaltarle a tuo favore
Articolo successivo
Ristorante Cracco: cosa NON mi sarei proprio aspettato di vedere cercandolo su Google

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu